Copy
Newsletter 22 | Marzo 2021

ON THE TOP | IL CASTELLETTO, UNO SCRIGNO DI SORPRESE

Il Castelletto nel Parco di Miramare è un vero e proprio scrigno di sorprese che presto saranno restituite al pubblico grazie a un’importante opera di restauro. Sotto strati di intonaco stanno emergendo le antiche decorazioni parietali.
 
Se il vero protagonista di Miramare è il bianco Castello costruito a picco sul mare, il Parco riserva molte sorprese, veri e propri scrigni custodi di bellezza ed eleganza, come il Castelletto, aggraziata villa progettata da Carl Junker perché vi potessero risiedere Massimiliano e Carlotta in attesa che fosse completato il Castello.
Il Klein Schloss, chiamato anche Gartenhaus, è oggetto in queste settimane di importanti restauri che ne consentiranno nuovamente la fruizione al pubblico. I lavori sono iniziati nella parte esterna con il rifacimento del caratteristico portico che riprende gli stilemi di quelli prospicienti il Castello, restaurati lo scorso anno. Dopo un crollo accidentale, il porticato è stato riportato alle condizioni e alla funzione originarie e può nuovamente sostenere il secolare glicine che presto regalerà meravigliose fioriture.
Fino al 2016 il Castelletto, la cui ultima riqualificazione risale al 1998 a firma dell’architetto Luciano Celli, era la sede dell’Area Marina Protetta del Wwf, che oggi si trova in un'ala delle Scuderie. Per questo era necessario un intervento di restauro che liberasse le stanze dai vecchi impianti, dalle coperture che si erano stratificate nel tempo e dagli elementi posticci. Proprio sotto gli strati di intonaco sono emerse le decorazioni originali che verranno recuperate e valorizzate dalla squadra di esperti che li hanno scoperti. Verranno anche riposizionati gli infissi originali che erano stati depositati nel sottotetto e restaurati pure i pavimenti in pietra e seminato.
 

READ MORE

NEWS | IL VALORE DEL RESTAURO BOTANICO

Dopo il rinnovo della convenzione con il Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione della Regione Friuli Venezia Giulia che avrà una durata di altri tre anni, si svolgono a pieno ritmo i lavori nelle zone alte del Parco di Miramare.
Con la supervisione della direzione e del funzionario architetto Giorgia Ottaviani, i Forestali stanno lavorando in questi giorni nell’area dello Chalet svizzero davanti al Lago dei Cigni. Questo avvallamento era stato particolarmente trascurato negli ultimi decenni e le specie che erano state originariamente pensate per il sottobosco, essenzialmente allori, si erano impadronite dell’area trasformandosi in veri e propri alberi, compromettendo lo sviluppo di alberature pregiate che invece dovevano essere le protagoniste dello spiazzo. Lo stato di questo angolo del Parco non rispecchiava l’originaria visione di Massimiliano e impediva di ammirare i maestosi Pini di Aleppo e il secolare albero di Ginkgo Biloba. Per questo,  si è intervenuti sugli allori , dando inizio a un intervento di restauro botanico che segue il proposito del direttore Andreina Contessa di ristabilire le proporzioni e la configurazione estetica pensata in origine per il Parco di Miramare.  Di conseguenza, anche questa zona, tornerà a ospitare un arboretum con specie botaniche preziose la cui "identità" sarà una delle prossime sorprese . L'arboretum sarà prestigiosa quinta per il lago dei cigni, anch’esso oggetto di restauro nelle prossime settimane.
L’intervento è una scelta logica studiata e programmata per un parco storico nato come sperimentazione e che deve perseguire la ricerca della rarità botanica.

COMING SOON | I NUMERI DI MIRAMARE

Ritorna il consueto appuntamento annuale con la città e con il territorio voluto dal direttore Andreina Contessa e dedicato al bilancio delle azioni effettuate e ai progetti per il futuro. Negli ultimi anni, Miramare si è avvicinata moltissimo al territorio, sempre molto attento e partecipe di ciò che riguarda il Castello e il Parco. L’appuntamento è per il 26 marzo e sarà occasione anche per fare una riflessione che vada oltre i confini regionali sul particolare momento vissuto dai musei e dalla cultura in generale dettato dalla situazione pandemica. Su questo tema interverrà il direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze, Eike Schmidt. A dialogare con lui, assieme a Andreina Contessa e al Presidente della Regione FVG Massimiliano Fedriga, sarà il direttore del Piccolo e del Messaggero Veneto Omar Monestier. Saranno presenti i rappresentanti delle maggiori istituzioni locali. 
L’iniziativa si svolgerà in streaming dalla Sala del Trono del Castello e verrà ampiamente promossa.
Ci aspettiamo come sempre una grande partecipazione del nostro amato pubblico!

AVVISO

Il Museo storico e il parco del castello di Miramare ha cambiato modo di informare su eventi e iniziative culturali. Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato. Lo puoi fare registrandoti nello spazio in fondo alla home page del sito www.miramare.beniculturali.it, s
eguendo la semplice procedura. Riceverai una e-mail con un link da cliccare per completare con successo la registrazione.

Non riceverai più questa newsletter senza aver completato la registrazione!

MUSEO STORICO E IL PARCO DEL CASTELLO DI MIRAMARE

Viale Miramare, 34151 Trieste
tel. +39 040 224143
mu-mira@beniculturali.it

È possibile prenotare l’ingresso al Castello di Miramare
chiamando il numero: (+39) 041.2770470

Il Castello di Miramare da lunedì 8 marzo sospende il servizio di apertura al pubblico
in linea con le direttive governative mirate al contrasto e al contenimento del diffondersi del COVID-19

Il Parco di Miramare continua ad osservare il consueto
orario 8 – 18
tutti i varchi di accesso al Parco saranno chiusi alle ore 18:00






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Museum · viale Miramare snc · Trieste, Ts 34151 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp