Copy
Commiato fiorito
Ci siamo lasciati alle spalle mesi intensi. I colloqui letterari in tedesco e francese del 7 febbraio hanno lanciato con successo il 2022. Sono poi seguiti l’incontro del 17 febbraio a Losanna per ringraziare chi ci ha sostenuto in Svizzera romanda e l’evento finale del 12 marzo a Berna a margine della nostra ultima Assemblea.
 
In queste occasioni, insieme ai nostri meravigliosi ospiti abbiamo potuto gettare uno sguardo agli ultimi cinquant’anni, ma anche al futuro, e renderci conto che la strada verso le pari opportunità è ancora lunga. Dice bene il nostro volantino: «La democrazia non è scontata!», parole ancora molto attuali, come ci ricordano i recenti sviluppi internazionali.

È quindi essenziale continuare a impegnarsi per la condizione femminile. Anche se l’associazione CH2021 si scioglierà il 30 aprile 2022, siamo certe che sia i suoi membri sia il Comitato proseguiranno con altri progetti l’importante lavoro svolto finora.
 
Questa newsletter vi presenta un breve riepilogo degli eventi summenzionati e fornisce, come sempre, alcuni spunti interessanti.


Cordialmente
Associazione CH2021
Video colloqui letterari
Chi si fosse perso gli interessanti colloqui letterali del 7 febbraio 2022 o volesse rivederli con calma può guardare la
registrazione video, ne vale la pena!
Al colloquio in tedesco hanno partecipato Nathalie Christen, Bettina Fredrich, Isabel Rohner, Franziska Schürch, Judith Wyttenbach e Zita Küng.
Al colloquio in francese hanno partecipato Camille Logoz, Stéphane Goël, Joëlle Moret, Sarah Kiani e Maya Dougoud
Evento del 17.2.2022 a Losanna
CH2021 ringrazia la Svizzera romanda, una serata con le pioniere del suffragio femminile
Moltissime persone sono accorse al Casinò di Monbenon a Losanna per seguire gli interventi di Nuria Gorrite (Presidente del Consiglio di Stato vodese), Emilie Moeschler (municipale di Losanna), Zita Küng e Mary Mayenfisch (associazione CH2021), e la tavola rotonda con Michela Bovolenta (segretaria VPOD), Sarah Müller (Giuriste Svizzera), Maribel Rodriguez (rappresentante di egalite.ch e delegata della parità VD), Brigitte Studer (professoressa emerita) e Zita Küng moderata da Maya Dougoud (associazione CH2021).
 
La serata ha beneficiato dell’intrattenimento musicale dei tenori della Fête des Vignerons 2019 e si è conclusa con un ricco aperitivo. Lo stesso giorno, il Consiglio federale aveva deciso di revocare l’obbligo di mascherina e certificato Covid per gli eventi di questo genere, un allentamento del quale hanno goduto le persone presenti.
Retrospettiva
Ultima Assemblea dell’associazione CH2021
L’ultima Assemblea dell’associazione CH2021 si è tenuta alla Schmiedstube di Berna. Oltre al rapporto annuale e ai conti, all’ordine del giorno c’era la richiesta di scioglimento dell’associazione per aver ormai concluso la sua missione in modo esemplare.

La richiesta è stata accolta con un’astensione, ragione per la quale il 30 aprile 2022 l’associazione si scioglierà, non senza una certa commozione da parte nostra. Vi informeremo a tempo debito sulle ultime attività.
Evento finale a Berna
«Onorare, celebrare, consolidare!» è stato il motto del cinquantesimo anniversario del suffragio femminile in Svizzera, motto pienamente rispettato in occasione dei festeggiamenti del 12 marzo 2022 a Berna che hanno visto una nutrita partecipazione.
 
Lea Lu, cantautrice zurighese, ha dato il via alla serata con il suo brano «We Have A Voice».
 
Ruth Dreifuss, già Consigliera federale e membra fondatrice dell’associazione CH2021 ha formulato il saluto iniziale.
 
Zita Küng, Presidente dell’associazione CH2021, ha ricordato: «L’anno scorso è stato molto significativo, prezioso e intenso. Pieno di incontri, pensieri, attività, scoperte… un’abbondanza che avevamo auspicato e che è arrivata».

A seguire, Andrea Maihofer, Sophie Bürki e Joana Burkart hanno tenuto una conferenza sulla copertura mediatica dell’anniversario del suffragio femminile, un lucido bilancio che permetterà di continuare le riflessioni su questo tema.
 
In un breve colloquio, Yvonne Schärli e Zita Küng hanno tracciato il consuntivo e sono giunte alla conclusione che Parlamento e Consiglio federale devono ancora elaborare gli errori del passato per evitare che si ripetano in futuro.
 
L’associazione CH2021 ringrazia tutte e tutti per il grande impegno.
Retrospettiva
Una donna forte e coraggiosa
Vi segnaliamo una magnifica intervista a Doris Gisler Truog, la prima donna a capo di un’agenzia pubblicitaria, che nel 1969 ha avuto un ruolo centrale nella lotta per il suffragio femminile. Ringraziamo Allianz per questo interessante contributo.
Leggere l'intervista
Scultura «Gege e Wand rede» 
Sin dall’infanzia, Susanne Meierhofer ha dimostrato di avere grande creatività e una passione per i colori e le cose belle. I suoi impegni professionali l’hanno però tenuta occupata per decenni, fino a quando nel 2009 per motivi di salute la donna si è fermata ad ascoltare la sua voce interiore che la spingeva proprio a dipingere. Non ha mai più mollato tela e pennelli, dando libero sfogo al suo gusto per la sperimentazione, e alla variazione di soggetti e stili.
 
I suoi lavori strizzano l’occhio alla svizzeritudine. In questa scultura, l’artista ha rappresentato il modo di dire «Parlare al muro» (Gege e Wand rede, anche titolo dell’opera) affrontando il tema della lotta femminile per le pari opportunità, che negli anni ha visto certamente molte parole rimbalzare contro muri. La sua ragazza ha in mano un megafono per dare maggior risonanza alle sue parole.
CH2021.ch CH2021.ch
FACEBOOK FACEBOOK
INSTAGRAM INSTAGRAM
TWITTER TWITTER
Copyright © 2021 - CH2021

Associazione
Via F. A. Giorgioli 2
6864 Arzo

 
50 anni di suffragio femminile - Forza Democrazia!






This email was sent to <<E-Mail Adresse>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Verein CH2021 · Via F. A. Giorgioli 2 · Arzo 6864 · Switzerland